Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 47
 
 

Visualizza articoli per tag: terapia

La terapia familiare è un processo interpersonale che viene condotto da un terapeuta o da una coppia di terapeuti e può coinvolgere, a seconda delle situazioni, il singolo nucleo familiare, le famiglie di origine e le persone ritenute significative per la famiglia stessa. Lo scopo della terapia familiare è quello di aiutare la famiglia a ritrovare in sé stessa le risorse, per affrontare il problema che in quel momento ha turbato il suo stato di equilibrio.

La terapia familiare è funzionale nel momento in cui la famiglia avverte dei problemi che sembrano arrestare il suo processo di sviluppo. A volte può essere solo uno de suoi membri a manifestare un malessere, ma quando questo diventa pervasivo e coinvolge anche il resto della famiglia,  è importante che il processo terapeutico coinvolga tutte le persone implicate. Il terapeuta dopo una fase iniziale di consulenza, valuta in base agli obiettivi prefissati e concordati un percorso di terapia familiare, che solitamente si svolge ogni due settimane.

Pubblicato in Terapia

“Il limite dell´amore è quello di avere sempre  bisogno di un complice” (Pier Paolo Pasolini)


La psicoterapia di coppia è un processo interpersonale che il terapeuta e la coppia affrontano insieme. L’obiettivo sarà quello di trovare le strategie più adatte per la risoluzione delle problematiche che hanno portato i due partner  a chiedere aiuto. Può accadere, infatti, che la coppia, nella  fase in cui si rivolge al terapeuta,  si trovi ad affrontare delle difficoltà nuove che caratterizzano un particolare momento che sta attraversando e che possono essere legate a varie situazioni. Infatti, le modalità relazionali che sono state funzionali sino a quel momento, possono non esserlo più e la coppia può trovarsi di fronte ad una crisi.

Il terapeuta, dopo una fase iniziale di consulenza, valuta in base agli obiettivi esplicitati e concordati, di proseguire con una terapia di coppia. Il percorso terapeutico vuole essere un modo per aiutare i suoi membri a trovare delle strategie nuove ed efficaci, a  preservare sia il benessere della coppia stessa che dei singoli individui che la compongono. La terapia è condotta da un terapeuta o da una coppia di terapeuti e talvolta può essere utile la partecipazione, ad alcune sedute, delle famiglie di origine dei partner. La terapia di coppia, solitamente, si svolge ogni due settimane.

Pubblicato in Terapia

Può capitare che la coppia nel suo percorso incontri delle difficoltà legate ai vari cambiamenti che la sua storia gli pone davanti: dalla nascita di un figlio, se si tratta di una coppia giovane, all’uscita di casa dei figli per una coppia più anziana, al tradimento del partner, fino ai conflitti con le famiglie di origine. Le varie fasi del ciclo vitale che la coppia si trova ad affrontare possono creare dei turbamenti dell’equilibrio esistente e portarla a vivere nuove difficoltà che spesso non riesce a comprendere e superare. In questa fase rivolgersi a degli specialisti può essere funzionale per i partner, per far loro ritrovare gli equilibri persi e far scorgere soluzioni che sino a quel momento non si erano presentate. La consulenza generalmente ha dei tempi brevi e definiti. Il terapeuta  in base agli obiettivi prefissati e raggiunti, può valutare e proporre alla coppia, qualora ve ne fosse la necessità, di proseguire il percorso con una terapia di coppia.

Pubblicato in Consulenza

In alcuni momenti della vita si possono avvertire dei disagi o malesseri che possono essere legati a varie situazioni, dalla propria vita quotidiana, ai problemi con il partner o con i figli, a quelli lavorativi. A volte questi malesseri non permettono alla persona di affrontare la vita serenamente o di capire come affrontare le stesse situazioni. Rivolgersi a dei professionisti in questo  momento può essere utile per tirare fuori le risorse personali che ciascuno possiede e utilizzarle al meglio per fronteggiare il disagio. La consulenza rappresenta il primo momento di incontro tra la persona che chiede un sostegno e lo specialista. Entrambi cercano di definire l’origine del disagio che soggiace alla richiesta di intervento.  Generalmente il rapporto di consulenza è limitato nel tempo ed è relativo ad un problema specifico. Lo psicologo cerca, insieme al paziente, le strategie per comprendere, definire e affrontare il problema. Il terapeuta in base agli obiettivi prefissati e raggiunti, può valutare e proporre alla persona, qualora ve ne fosse la necessità, di proseguire il percorso con una terapia individuale.

Pubblicato in Consulenza

ipnositerapiaericsonL'ipnosi è una tecnica che crea uno stato di trance nella persona per poi aiutarla, attraverso induzioni, ristrutturazioni, analogie, l'utilizzo di immagini mentali, ed altre tecniche, a raggiungere gli obiettivi prefissati.
L'ipnoterapeuta valuta il problema del paziente e prende in considerazione quanto l'ipnosi possa aiutarlo e quale tecnica sia  idonea. La tecnica si basa sull'induzione di uno stato più ricettivo agli stimoli verso il subconscio, invitando il paziente a concentrare i propri pensieri su un oggetto specifico. Attraverso l'ipnosi si può accedere con maggiore facilità alle risorse più creative della persona, risorse in grado far trovare nuove soluzioni al paziente.

Pubblicato in Approcci Terapeutici

terapiastrategicawatzlawikLa Terapia Breve Strategica si basa sull’assunto che i disturbi psichici nascano da particolari modalità percettive, emotive e cognitive che le persone assumono nei confronti della realtà. Tali modalità favoriscono reazioni e comportamenti disfunzionali che alimentano il problema di cui si soffre.

L’obiettivo della terapia è quello di interrompere il circolo vizioso che si crea tra la manifestazione del disturbo ed il comportamento disfunzionale che la persona mette in atto nel tentativo di risolverlo. L’intervento si focalizza su “come” un problema si sia strutturato e con quali modalità si mantenga, giungendo a fornire una ristrutturazione del modo di percepire e reagire alla realtà stessa.

Lo sblocco delle patologie e dei disturbi avviene nelle prime sedute di terapia nelle quali il paziente inizia a ristrutturare il proprio punto di vista in relazione a ciò che il problema rappresentava, portandolo così alla soluzione della patologia ed alla scoperta di risorse personali fino ad allora sconosciute.

Pubblicato in Approcci Terapeutici

gestalmaxwertheimerQuesto approccio basandosi sull’assunto che l’individuo fa parte in ogni momento di qualche campo, sottolinea la centralità del "qui e ora".

Nell'indagine clinica e nella terapia, privilegia la dimensione del presente rispetto al passato e dell'interazione tra individuo e ambiente.
Inoltre pone l’accento sulla consapevolezza come premessa alla capacità di autoregolazione dell'organismo,sulla valorizzazione degli aspetti di realtà e sulla relazione autentica fra terapeuta e paziente, ritenendo il rapporto terapeutico creativo  e rispettoso della singolarità di ogni essere umano.

Pubblicato in Approcci Terapeutici

ericbernepsicologiatransazionaleÈ una terapia che si basa sugli  scambi tra le persone,  le "transazioni", che permettono di trovare strumenti per migliorare le relazioni. Il paziente ha a disposizione uno spazio protetto per ascoltare le sue paure, dare un nome alla sua sofferenza.

Il terapeuta  lo accompagna e gli  offre il permesso di sentire, di esprimersi e di trovare nuove risposte funzionali. Il fondatore Eric Berne basa la sua teoria sui tre stati dell'io, che convivono in ciascuno di noi: il bambino, il genitore e l'adulto, che si manifestano in occasione delle nostre relazioni. Il bambino trasmette i nostri bisogni e il nostro patrimonio emozionale, il genitore riproduce gli atteggiamenti genitoriali e l'adulto analizza e decide.

Pubblicato in Approcci Terapeutici

beckcognitivismoE' una terapia strutturata, ovvero si articola secondo una struttura ben definita, benché non in maniera rigida. Il terapeuta fornisce al paziente delle direttive finalizzate a modificare pensieri distorti, emozioni disfunzionali e comportamenti disadattivi del paziente, producendo la riduzione e l’eliminazione del sintomo e apportando miglioramenti duraturi nel tempo. Altra caratteristica è la breve durata (cambiamenti significativi sono attesi entro i primi sei mesi) ed è volta a risolvere i problemi emergenti attuali, presenti.

Pubblicato in Approcci Terapeutici
 
 
 
 

Contatti

Associazione Psicologia Relazionale - APR-Radici

Sede di Roma: Via Iacopo Nardi, 15
00179 Roma

Cell: (+39) 3394870680

EMAIL info@aprpsicologia.it

  

Su questo sito usiamo solo cookies tecnologici. Navigandolo accetti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo