Visualizza articoli per tag: genitori

SCIALLA

scialla TITOLO: Scialla
NAZIONE: ITA
ANNO: 2011
GENERE: Commedia
REGIA: Francesco Bruni
ALTRE INFO

 

 

 

 

 

 

 

LA NOSTRA RECENSIONE

Scialla tipica espressione del gergo romanesco dei ragazzi che significa “non ti affannare, stai tranquillo”, è il titolo di questo film che racconta non una semplice commedia generazionale, ma l’incontro di due mondi così diversi, quello di genitori e figli, che si interseca.

La trama che fa da sfondo è quella di un rapporto padre e figlio, Bruno e Luca, che si costruisce quando scoprono di esserlo  e che cambia entrambi. Bruno un docente che ha lasciato l'insegnamento per inseguire il sogno di divenire scrittore, si ritrova a scrivere piccole biografie e a dare lezioni private a studenti svogliati, tra cui Luca ragazzo quindicenne, svogliato e insofferente alle regole, che in realtà è suo figlio.

Un film  che non si sofferma sulle emozioni date da questa scoperta, ma si immerge nella realtà adolescenziale, una realtà giovanile impaurita delle proprie capacità e spesso dalla mancanza di punti di riferimento. Due mondi diversi, da una parte quello del giovane adolescente Luca che dietro il carattere da duro che si è costruito, dietro l’apparente necessità di rincorrere le cose futili, nasconde delle fragilità,il bisogno di avere qualcuno che lo supporti, di una guida.
Quello di Bruno dall’altra  che si addentra nella vita del figlio, senza paternalismi, per capire come interagire con un adolescente insofferente alle regole e per aiutarlo nel seguire una direzione. Un film dove emergono le difficoltà di questi due mondi ad entrare in sintonia, dove i figli sembrano  sempre più difficili da comprendere,  ma forse proprio per questo più bisognosi di  essere sostenuti e guidati.


Consigliamo questo film ai genitori e ai figli adolescenti, come un momento ludico per ri-sintonizzarsi sulle diversità generazionali, che spesso portano ad incomprensioni ma non inconciliabili!

 

Pubblicato in Film

Essere genitori non è facile, non si nasce genitori ma si impara ad esserlo dall’interazione con i propri figli e dall’esperienza. Ciascuno ha delle attese personali su come sarà quando rivestirà questo ruolo, ancor prima che il figlio venga concepito.

Pubblicato in Gruppi Tematici

Anno 2011 - Laboratorio sulla Genitorialità "Essere Genitori e Figli" in collaborazione con il Baby Parking Il Giardino dei Monelli. Ciclo di incontri in cui sono stati proposte una serie di tematiche inerenti lo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni: l'inserimento al nido, il sonno, il cibo, l'aggressività, il rapporto con i fratelli, le regole.

Pubblicato in Portfolio

L’educazione all’affettività ed alla sessualità della persona con disabilità sembra oggigiorno un tema difficile da affrontare. Questo perché, spesso, la persona portatrice di handicap, sia esso fisico o mentale, viene identificata con il suo deficit, negandole la complessità di sentimenti, emozioni, bisogni che è propria dell’essere umano.

Pubblicato in Gruppi Tematici

Il rapporto tra genitori e figli è caratterizzato, durante le varie fasi della vita, da diversi momenti di difficoltà di interazione, spesso legati ai cambiamenti che il bambino e la famiglia si trovano ad affrontare.Le prime difficoltà connesse al non saper comprendere i bisogni di un neonato che ancora non parla, o quelle di un bambino di due anni che inizia ad interagire con l'adulto, ma che non è in grado di esprimere le proprie emozioni, cedono il posto quando il bambino cresce e affronta il mondo della scuola ad altre problematiche. In questa fase è fondamentale che il genitore sappia dialogare e ascoltare i figli che crescono.

Pubblicato in Genitorialità

Essere genitori non è facile, non si nasce genitori ma si impara ad esserlo dall’interazione con i propri figli e dall’esperienza. Ciascuno ha delle attese personali su come sarà quando rivestirà questo ruolo, ancor prima che il figlio venga concepito. Spesso queste aspettative vengono deluse nell’incontro con il proprio figlio, che ha una propria individualità, spesso ci si sente inadeguati, si ha paura di non essere all’altezza delle situazioni, di non essere dei buoni genitori. Il nostro laboratorio vuole essere un luogo di incontro e di scambio tra genitori che hanno in comune le stesse difficoltà, che vogliono condividere esperienze e sviluppare nuove strategie educative nella relazione genitori – figli.

Pubblicato in Genitorialità
 
 
 
 

Contatti

Associazione Psicologia Relazionale - APR-Radici

Sede di Roma: Via Iacopo Nardi, 15
00179 Roma

Cell: (+39) 3394870680

EMAIL info@aprpsicologia.it

  

Su questo sito usiamo solo cookies tecnologici. Navigandolo accetti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo