Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 47
 
 
Disturbi dell'area Sessuale

Disturbi dell'area Sessuale

Fase dell'eccitamento
Quando il desiderio si trasforma in stato di eccitazione si verificano diverse modificazioni fisiche. La più evidente è l'accumulo di una quantità ulteriore di sangue nella zona genitale. Questo fenomeno prende il nome di congestione vasale, che nella donna si presenta sotto forma di lubrificazione vaginale.

Fase dell'eccitamento
Quando il desiderio si trasforma in stato di eccitazione si verificano diverse modificazioni fisiche. La più evidente è l'accumulo di una quantità ulteriore di sangue nella zona genitale. Questo fenomeno prende il nome di congestione vasale, visibile nell'uomo in forma di erezione del pene.

É quella che tecnicamente viene definita eiaculazione ritardata. L'orgasmo nell'uomo può verificarsi dopo un lungo periodo di tempo dall'inizio della stimolazione o essere del tutto assente, dopo una fase di eccitazione sessuale normale. Perché si possa pensare che c'è una difficoltà, questa condizione deve essere persistente.

La difficoltà per un uomo ad avere o mantenere l’erezione durante il rapporto sessuale e/o fino al completamento del rapporto stesso in termini tecnici viene detto disturbo dell'erezione e, probabilmente, questo è il secondo disagio più diffuso tra gli uomini.

Il dolore che la donna avverte nell'area della vagina o della pelvi durante un rapporto sessuale in termini tecnici viene detta dispareunia. Questo disagio non è causato esclusivamente da vaginismo o da mancanza di lubrificazione vaginale e può avere sia cause psicologiche che organiche, ma non esclusivamente organiche,

La difficoltà per una donna a raggiungere l'orgasmo in termini tecnici viene detta anorgasmia e, probabilmente, questo è il problema sessuale più diffuso tra le donne. L'orgasmo, in questo caso, può giungere dopo un lungo periodo di tempo o essere del tutto assente, dopo una fase di eccitazione sessuale normale. Perché si possa pensare che c'è una difficoltà, questa condizione deve essere persistente. Fattori che la influenzano sono l’età, l’esperienza sessuale e l’adeguatezza della stimolazione ricevuta. A tal proposito ricordiamo che le donne mostrano un ampia variabilità nel tipo e nell’intensità della stimolazione che induce l’orgasmo. Bisogna, inoltre, sottolineare che esiste un certo numero di donne che non sembra riuscire ad ottenere l’orgasmo coitale in assenza di una specifica stimolazione clitoridea. Queste donne non vanno necessariamente considerate anorgasmiche, perché, in effetti, l’orgasmo coitale non è una meta necessaria.

 
 
 
 

Contatti

Associazione Psicologia Relazionale - APR-Radici

Sede di Roma: Via Iacopo Nardi, 15
00179 Roma

Cell: (+39) 3394870680

EMAIL info@aprpsicologia.it

  

Su questo sito usiamo solo cookies tecnologici. Navigandolo accetti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo