Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 47
 
 

Disturbi del sistema respiratorio

Tra i disturbi del sistema respiratorio, quella che presenta una alta correlazione con cause di natura psichica, soprattutto in termini di stati d’ansia di intensità variabile, è l’asma bronchiale, seguita dagli “spasmi respiratori affettivi” e dalla “sindrome da iperventilazione”.

L’asma, caratterizzata da periodi alterni di costrizione bronchiale ed asintomatici, presenta sintomi quali dispnea, tosse e respiro forzato, che sono il prodotto di una iperattività dovuta , oltre al fattore psicologico, anche a stimoli esterni (allergie, aria fredda, farmaci, infezioni..). Un ruolo importante nella genesi della patologia asmatica è svolto inoltre dal sistema nervoso autonomo, collegato alla muscolatura bronchiale.

 

Gli spasmi respiratori di natura affettiva sono contrazioni della respirazione che intervengono solitamente nei bambini piccoli (da pochi mesi ai 4-5 anni), e che sono associabili ad episodi di intensa frustrazione o traumatici ai quali il bambino risponde con manifestazioni di rabbia e pianto, seguiti da un’apnea respiratoria. In questo caso l’attenzione è solitamente orientata sulla qualità del rapporto genitore-bambino e sulla capacità della figura genitoriale di modulare sentimenti di collera e frustrazione provati dal bambino.

La sindrome da iperventilazione si caratterizza per la presenza di respiro accelerato e poco profondo che produce palpitazioni e senso di vertigine; è frequente l’associazione con l’attacco di panico e il disturbo d’ansia acuto. In tali casi si ricorre, come prima modalità di intervento, alla inspirazione di aria ricca di anidride carbonica (inspirare più volte in un sacchetto di carta...).

 
 
 
 

Contatti

Associazione Psicologia Relazionale - APR-Radici

Sede di Roma: Via Iacopo Nardi, 15
00179 Roma

Cell: (+39) 3394870680

EMAIL info@aprpsicologia.it

  

Su questo sito usiamo solo cookies tecnologici. Navigandolo accetti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo